Canyoning nelle Alpi Occientali

Disponibilidad: En stock

Código: alpi occidentali
29,00 €

Questo libro è rivolto a un pubblico eterogeneo, tra le schede ci sono fiumi di difficoltà assai variabili: si va dal percorso ludico a quello decisamente impegnativo.

Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria, l’immenso palcoscenico che questo lavoro propone copre un’area di 16.000 kmq, decine di valli e centinaia di vallette laterali. Innumerevoli corsi d’acqua che hanno inciso attraverso la roccia la loro storia millenaria modellando opere bellissime. Sculture di pietra e acqua, dove il vento, le variazioni climatiche e il tempo sono gli elementi hanno lasciato il proprio tratto. Una scena incantevole formatasi in lunghissime ere entro la quale muoversi col rispetto di chi è un battito di ciglia, anzi di 75 milioni di battiti di ciglia: l’arco della nostra vita.

Questa guida è il frutto di diversi anni di gestazione, di controlli, di decine di uscite dedicate unicamente allo scopo di documentare al meglio le discese.

Ogni discesa è un’avventura a sé: di anno in anno i fiumi cambiano, gli ancoraggi e gli stratagemmi artificiali che mettiamo in campo per spingerci dove non ci sarebbe possibile farlo senza, subiscono il deterioramento dovuto all’esposizione alle intemperie inoltre eventi alluvionali e frane modificano profondamente la morfologia dei fiumi, tenetelo sempre presente.

Info sugli Autori

Daniele Geuna, classe 1969. Pratica la speleologia da un quarto di secolo e il canyoning da un ottavo. Ha percorso innumerevoli vie d’acqua esplorandone e attrezzandone un buon numero (Italia, Canada). Sempre in buona compagnia, è stato l’anima del primo gruppo di esploratori delle forre della valle dell’Orco. Tra i fondatori del Gruppo Speleologico Valli Pinerolesi, del Piemonte Canyoning e della C.C.C.P. Compagnia Canyoning Cai Pinerolo, attualmente fa parte del consiglio direttivo dell’Associazione Italiana Canyoning e della redazione del suo notiziario Canyoning.it. Lettore ferocissimo, suona il flauto traverso e per vivere si spaccia per odontotecnico.

Dino Ruotolo, torinese, classe 1960, ha praticato kayak per molti anni facendo le discese dei principali torrenti dell’arco alpino. Negli ultimi anni si è dedicato al canyoning esplorando e attrezzando alcune gole della provincia di Torino. Da qualche anno frequenta assiduamente la montagna a 360 gradi in quanto appassionato di arrampicata sia su roccia che su ghiaccio. Istruttore di kayak e di canyoning.